Chi sono le prostitute in italia?

Chi sono le prostitute in Italia? È difficile dare una risposta esaustiva, visto che oggi, grazie allo sviluppo di internet e del mondo virtuale, il fenomeno delle sex workers è approdato anche sul web.

Tuttavia, per farci un’idea generale, possiamo dire che in Italia esistono quattro tipologie di prostituzione: la prima, che è anche quella più diffusa, è quella su strada, praticata dal 65% delle professioniste del sesso e che, tutti gli anni, attira circa 9 milioni di clienti.

A differenza di quella praticata in appartamento o dalle escort, la prostituzione su strada ha un prezzo piuttosto contenuto: per una prestazione si può spendere infatti anche 20 euro, soprattutto se la prostituta è di origini straniere, fino ad arrivare a circa 100 euro.

Se invece si preferisce consumare il rapporto all’interno di un appartamento o di una camera d’albergo, in quel caso le cifre variano, anche se in genere non superano mai i 500 euro.

Ovviamente un ruolo importante lo gioca anche il tempo della prestazione: a seconda che si decida di trascorrere con la prostituta alcune ore o tutta la notte, si può spendere tra i 50 e i 500 euro.

Anche in questo caso le prostitute straniere sono quelle che risultano meno costose, visto che di solito per un rapporto completo non chiedono più di 50-100 euro, ma ci sono stati anche dei casi di prostitute italiane che non sono arrivate a domandare più di 50 euro. Si tratta però di casi molto rari.

Un discorso a parte lo si deve fare invece per le escort: queste ragazze, che si fanno notare subito per l’avvenenza e per la cura messa nell’abbigliamento, di solito non operano mai da sole, ma hanno alle spalle un’agenzia professionale che cura la loro immagine e che intasca anche una percentuale del loro guadagno.

A differenza delle prostitute di strada, le escort in Italia vengono richieste soprattutto come accompagnatrici per una cena di gala, per un evento mondano o per un’altra occorrenza in cui si ha la necessità di avere una bella donna al proprio fianco.

Molto apprezzate e ricercate, soprattutto dagli uomini d’affari oppure di una certa età, in alcuni casi le escort nel loro pacchetto, anche se non sempre, includono anche le prestazioni sessuali.

Per quanto riguarda le cifre, se si ha bisogno di avere compagnia solo per alcune ore, il prezzo di un’escort non supera mai i 500 euro. Se invece si richiede il pacchetto completo, oppure si vuole trascorrere con lei un weekend o le vacanze, si può spendere anche tra i 1000 e i 1500 euro.

Appena un gradino sopra le escort ci sono invece le prostitute di lusso.
Queste professioniste del sesso operano soprattutto nelle grandi città italiane, come Milano e Roma, all’interno del loro appartamento o della loro abitazione.

Meno diffuse rispetto alle prostitute di strada e alle escort, le prostitute di lusso sono richieste perlopiù da uomini d’affari o che possono contare su un patrimonio smisurato.

A differenza delle escort, le prostitute di lusso non fanno capo a nessuna agenzia e, se il cliente non è di loro gradimento, possono anche rifiutarlo.

A seconda di quanto sia famosa la professionista del sesso, delle ore e della tipologia di prestazione, si può spendere dai 1800-2000 euro a notte fino ad arrivare ai 6000 euro, e anche oltre, per un weekend oppure per una settimana.

Passiamo ora a parlare della prostituzione virtuale: dopo aver fatto il suo debutto nell’ombra, negli ultimi anni il fenomeno è letteralmente esploso, anche grazie alla comparsa della figura della camgirl.

Le camgirl non sono delle prostitute nel vero senso della parola, ma sono piuttosto delle ragazze che vengono pagate dai clienti per chattare con loro, per mostrare alcune parti del corpo oppure per accompagnarli durante le pratiche della masturbazione, ma senza avere un contatto diretto.

Il numero di queste professioniste virtuali in Italia si aggira intorno alle 18’000 unità, ma se si considerano anche le studentesse universitarie, le casalinghe o le disoccupate che decidono di fare questo lavoro per guadagnare qualche euro, ecco che la quota può salire vertiginosamente.

Leave a Reply