Appuntamento con escort al telefono, istruzioni per l’uso

Sei andato su Sexyguidaitalia.com e hai preso il numero di telefono di una ragazza escort. Hai tergiversato per un po’ e finalmente ti sei deciso a chiamare, ma come si prende appuntamento con una escort al telefono senza fare figuracce?

Come fare appuntamento con una escort

Per i timidi è un bene che esistano portali come Sexyguidaitalia.com, visto che qui si possono trovare selezioni e categorie di escort in tutta Italia e con foto dettagliate. Tuttavia, il primo step è quasi sempre chiamare per fissare almeno un appuntamento preliminare. Diventa inutile reagire d’impulso e rischiare di rovinare tutto in una sola telefonata: meglio mettere giù la cornetta del telefono o lo smartphone e immaginarsi cosa dire.

Essere se stessi aiuterà, perché tutte le escort sono delle professioniste e non staranno a giudicare le emozioni, in quanto comprendono l’ansia e l’imbarazzo della prima volta. Anche lei è un essere umano e anche per lei c’è stata una prima volta con i clienti.

Avere un supporto virtuale come un sito di incontri è un vantaggio: di solito, nella scheda dedicata, ci sono

delle info addizionali che possono essere importantissimi, come il suo nome. Chiamarla per nome farà una ottima impressione, perché chiedere chi parla quando si sta chiamando non solo è imbarazzante, ma fa sentire l’altra persona come un oggetto. Nella scheda ci sono anche gli orari in cui è disponibile a ricevere telefonate, ma meglio evitare le ore notturne. Tutti non sarebbero felici di ricevere una chiamata alle 4 del mattino.

Telefonata con escort, gli errori da evitare

Un suggerimento: prima di chiamare una escort e chiederle appuntamento, bisogna capire perché lo si sta facendo. Se le motivazioni sono costruttive, ovvero avere più esperienza con le ragazze, anche in campo sessuale, si vuole compagnia, o si vuole vivere una relazione romantica, allora non si ha nulla da temere e si può procedere.

Qualora invece si voglia riversare la propria frustrazione su un’altra persona che, secondo il potenziale cliente, è più debole perché per vivere si vende, oppure si vuole offendere e dire volgarità al telefono, o ancora si pretende da lei un rapporto sessuale, offendendola e trattandola peggio di una pezza da piede, i soldi per la telefonata sarebbero ben spesi per acquistare sui siti cinesi delle ottime bambole gonfiabili. Inutile anche dirle che sarebbe il ripiego per le mancanze della moglie e vuole essere scoperto per fargliela pagare e ingelosire, in quanto è escort ed è professionista, ma ha anche dei valori morali e può non tollerare questo genere di comportamento malsano. Ancora peggio se di mezzo ci sono dei figli.

Altro suggerimento che si consiglia caldamente di seguire è di togliere l’opzione numero privato. Queste donne ci tengono alla privacy e all’anonimato, ma anche alla loro sicurezza. Diffideranno quindi di qualcuno che per non essere rintracciato deve mascherare il proprio numero, anche perché nessuna escort professionista si abbasserebbe a chiamare il proprio cliente per non rischiare di rivelare particolari della propria vita quotidiana, come ad esempio il suo lavoro, dove studia o direttamente il suo indirizzo e il numero di cellulare privato.

Accompagnatrici, come si prende appuntamento

Veniamo al momento della telefonata: il segreto è respirare e mantenere un tono di voce normale, dicendo il proprio nome. Può succedere che alcune ragazze abbiano dietro un’agenzia e quindi a prendere le telefonate sia una segretaria o un agente, perciò bisognerà adattare il dialogo a questa eventualità. Ovviamente, si dirà dove si è reperito il numero e che si vorrebbe prendere appuntamento.

Non c’è nulla di male a chiedere qualche dettaglio in più, per esempio come ci si deve vestire, come funziona o altro a patto che non sia già scritto sul sito. Una cosa che gli uomini si vergognano da morire di fare è chiedere in modo specifico se le piacciono le cose che si ha intenzione di fare. Un suggerimento per acquistare punti è anche quello di formulare la domanda in modo che lei dica cosa non le piace fare e cosa non fa in assoluto, senza discutere o alzare il prezzo per ottenere quella determinata prestazione. Inoltre, altro sbaglio dei maschi, è far scegliere subito a lei data e ora dell’incontro.

Meglio dare giorno e ora precise in maniera diretta, qualora non fosse possibile sarà lei stessa a suggerire il momento in cui le andrà bene. Si fornirà nome e cognome, l’indirizzo ed il numero di telefono o il numero della stanza d’albergo. Lei verificherà sicuramente questi dati per essere sicura che non si tratti di uno scherzo telefonico e che può far sapere dove lei si troverà. Se per qualche imprevisto l’appuntamento si deve cancellare, basta chiamarla in anticipo e prendere un altro appuntamento.

In caso di guai dell’ultimo minuto, ci si può scusare esponendo il problema e pagandole il taxi o altro, anticipandole di voler ancora incontrarla e che richiamerai per concordare un appuntamento. Non è il caso di farlo di persona, anche perché lei sarà un po’ irritata dal mancato guadagno.

Leave a Reply